Per contribuire al mantenimento del Blog

Per contribuire al mantenimento del Blog
Per contribuire al mantenimento del Blog, fai click sul logo PayPal:

mercoledì 24 aprile 2019

Mercoledì dell'Ottava di Pasqua


(photo by Alessandro Franzoni)




Victimae Paschali Laudes:



VANGELO

In illo témpore: Manifestávit se íterum Iesus discípulis ad mare Tiberíadis. Manifestávit autem sic. Erant simul Simon Petrus et Thomas, qui dícitur Dídymus, et Nathánaël, qui erat a Cana Galilǽæ, et fílii Zebedǽi et álii ex discípulis eius duo. Dicit eis Simon Petrus: Vado piscári. Dicunt ei: Venímus et nos tecum. Et exiérunt et ascendérunt in navim: et illa nocte nihil prendidérunt. Mane autem facto, stetit Iesus in lítore: non tamen cognovérunt discípuli, quia Iesus est. Dixit ergo eis Iesus: Púeri, numquid pulmentárium habétis? Respondérunt ei: Non. Dicit eis: Míttite in déxteram navígii rete, et inveniétis. Misérunt ergo: et iam non valébant illud tráhere præ multitúdine píscium. Dixit ergo discípulus ille, quem diligébat Iesus, Petro: Dóminus est. Simon Petrus cum audísset, quia Dóminus est, túnica succínxit se - erat enim nudus, - et misit se in mare. Alii autem discípuli navígio venérunt - non enim longe erant a terra, sed quasi cúbitis ducéntis, - trahéntes rete píscium. Ut ergo descendérunt in terram, vidérunt prunas pósitas, et piscem superpósitum, et panem. Dicit eis Iesus: Afférte de píscibus, quos prendidístis nunc. Ascéndit Simon Petrus, et traxit rete in terram, plenum magnis píscibus centum quinquagínta tribus. Et cum tanti essent, non est scissum rete. Dicit eis Iesus: Veníte, prandéte. Et nemo audébat discumbéntium interrogáre eum: Tu quis es? sciéntes, quia Dóminus est. Et venit Iesus, et áccipit panem, et dat eis, et piscem simíliter. Hoc iam tértio manifestátus est Iesus discípulis suis, cum resurrexísset a mórtuis.

(Vangelo secondo Giovanni 21, 1 - 14)

Traduzione:

In quel giorno Gesù si manifestò di nuovo ai discepoli sul lago di Tiberiade, ed ecco in qual modo. Erano insieme Simon Pietro e Tommaso, detto Didimo, e Natanaele di Cona in Galilea, i figli di Zebedeo e due altri dei suoi discepoli. Dice loro Simon Pietro: «Vado a pescare». E gli altri: «Veniamo anche noi con te». Uscirono adunque ed entrarono in barca, ma quella notte non presero nulla. Or sul far dell'alba, Gesù si presentò sulla riva; ma i discepoli non lo riconobbero per Gesù. Ed egli disse loro: «Figliuoli, avete niente da mangiare?». Gli risposero: «No». Ed egli a loro: «Gettate le reti sul lato destro della barca, e troverete». Le gettarono e non potevano neppur più ritirarle per la gran quantità di pesci. Disse allora a Pietro il discepolo da Gesù prediletto: «È il Signore!». E Simon Pietro, sentito che era il Signore, si cinse la veste ché s'era spogliato, e si buttò in mare. E gli altri discepoli, tirando la rete piena di pesci, vennero colla barca non eran lontani dalla terra che duecento cubiti. E quando furono a terra, videro preparata della brace accesa con sopra del pesce e del pane. Disse loro Gesù: «Portate qua i pesci che avete presi ora». Simon Pietro salì nella barca e tirò a terra la rete piena di centocinquantatrè grossi pesci. E benché fossero tanti, la rete non si strappò. Disse loro Gesù: «Su via, mangiate». Ma nessuno dei discepoli osava domandargli: «Chi sei?» sapendo che era il Signore. E Gesù, avvicinatosi, prese il pane e lo diede loro, e cosi fece del pesce. Così per la terza volta Gesù si manifestò ai suoi discepoli, risuscitato che fu da morte.


Napoli, Gallerie di Capodimonte, Giovanni Antonio Bazzi detto il Sodoma, 1534.

(photo by Francesco Bianco)


Per sostenere il Blog:

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.