domenica 1 marzo 2020

Prima domenica di Quaresima a Venezia


Santa Messa cantata della Prima domenica di Quaresima presso la chiesa di San Simon Piccolo a Venezia (fronte stazione ferroviaria) alle ore 11:00.
Celebrante don Joseph Kramer FSSP.

In via eccezionale la celebrazione si è tenuta senza concorso di popolo stanti le disposizioni adottate dal Patriarcato di Venezia in merito al pericolo di "Coronavirus".

E' stato possibile seguire la trasmissione streaming della Santa Messa tramite la pagina Facebook della Cappellania.

(foto and video by Alessandro Franzoni)









Le tentazioni di Gesù nel deserto, 
mosaico presso la Basilica di San Marco a Venezia.

(foto dal Web)




Ingresso - Canto dell'Asperges:



Introito (Invocabit me):



Kyrie (XVII):



Canto del Graduale (Angelis suis):



Processione al Vangelo:



VANGELO

In illo témpore: Ductus est Iesus in desértum a Spíritu, ut tentarétur a diábolo. Et cum ieiunásset quadragínta diébus et quadragínta nóctibus, postea esúriit. Et accédens tentátor, dixit ei: Si Fílius Dei es, dic, ut lápides isti panes fiant. Qui respóndens, dixit: Scriptum est: Non in solo pane vivit homo, sed in omni verbo, quod procédit de ore Dei. Tunc assúmpsit eum diábolus in sanctam civitátem, et státuit eum super pinnáculum templi, et dixit ei: Si Fílius Dei es, mitte te deórsum. Scriptum est enim: Quia Angelis suis mandávit de te, et in mánibus tollent te, ne forte offéndas ad lápidem pedem tuum. Ait illi Iesus: Rursum scriptum est: Non tentábis Dóminum, Deum tuum. Iterum assúmpsit eum diábolus in montem excélsum valde: et ostendit ei ómnia regna mundi et glóriam eórum, et dixit ei: Hæc ómnia tibi dabo, si cadens adoráveris me. Tunc dicit ei Iesus: Vade, Sátana; scriptum est enim: Dóminum, Deum tuum, adorábis, et illi soli sérvies. Tunc relíquit eum diábolus: et ecce, Angeli accessérunt et ministrábant ei.

(Vangelo secondo Matteo 4, 1 - 11)

Traduzione:

In quel tempo: Gesù fu condotto dallo Spírito nel deserto per essere tentato dal diavolo. Ed avendo digiunato quaranta giorni e quaranta notti, finalmente gli venne fame. E accostàtosi il tentatore, gli disse: Se sei il Figlio di Dio, di’ che queste pietre divéntino pani. Ma egli rispose: Sta scritto: Non di solo pane vive l’uomo, ma di ogni parola che procede dalla bocca di Dio. Allora il diavolo lo trasportò nella città santa, e lo pose sul pinnàcolo del tempio, e gli disse: Se sei il Figlio di Dio, géttati giù, poiché sta scritto: Ha mandato gli Ángeli presso di te, essi ti porteranno in palmo di mano, ché il tuo piede non inciampi nella pietra. Gesù rispose: sta anche scritto: Non tenterai il Signore Dio tuo. Di nuovo il diavolo lo trasportò sopra un monte altíssimo e gli fece vedere tutti i regni del mondo e la loro magnificenza, e gli disse: Ti darò tutto questo se, prostrato, mi adorerai. Ma Gesù gli rispose: Vàttene Sàtana, perché sta scritto: Adorerai il Signore Dio tuo e servirai Lui solo. Allora il diàvolo lo lasciò, ed ecco che gli si accostàrono gli Ángeli e lo servívano.




Offertorio (Scapulis suis):




Sanctus (XVII):




Agnus Dei (XVII):





Canto durante la Comunione (Attende Domine):



Antifona finale alla Beata Vergine (Sub Tuum praesidium):





Per la lista completa dei video della Santa Messa,
click QUI.


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.